WikiAfrica
progetto
 WikiAfrica sostiene l'accesso ai saperi, la condivisione e conservazione delle conoscenze. WikiAfrica vuole contribuire a aumentare e migliorare le informazioni sull'Africa disponibili online. WikiAfrica considera Wikipedia e i progetti Wikimedia come un'agorà estesa e internazionale, capace di dare maggior voce e visibilità all'Africa.  

Wikipedia è un’enciclopedia online, multilingue, a contenuto libero, redatta in modo collaborativo da volontari, disponibile gratuitamente da ogni parte del mondo.

WikiAfrica è un progetto volto a africanizzare Wikipedia attraverso network, ricerche, pubblicazioni ed eventi. WikiAfrica contribuisce ai progetti Wikimedia online e offline con narrazioni, immagini, saperi, video, opere d'arte, storie, parole meticce, modi di dire, voci e suoni. Al fine di realizzare il suo scopo, il programma di WikiAfrica è suddiviso in aree tematiche.
Su Wikipedia si può seguire l'evoluzione del progetto e dei suoi risultati.

WikiAfrica è un progetto aperto alla partecipazione attiva di tutti gli enti, organizzazioni e singoli che ne condividono le finalità.

Per approfondire >>


In collaborazione con


Wikimedia Italia; Doual'art, Douala, Camerun; Chimurenga, Città del Capo, Sudafrica; Ker-Thiossane, Dakar, Senegal; Afriradio, Verona, Italia; Asinitas, Roma, Italia; Festival del Cinema Africano, dell'Asia e dell'America Latina, Milano, Italia; Fondazione Nigrizia onlus,Verona, Italia
Officina Griot, Roma, Italia; COSV, Milano/Roma, Italia; Fondazione ISMU, Milano, Italia; Wikimedia España;Викимедија Србије (Wikimedia Serbia); Wikimedia CH; Katholieke Universiteit Leuven - Institute for Anthropological Research in Africa, Lovanio, Belgio; Raccolte Artistiche del Castello Sforzesco - Raccolte Extraeuropee, Milano, Italia; Fondazione Alessandro Passaré, Milano, Italia, Spagna; Butterfly Works, Amsterdam, Olanda; FCAT - Festival de Cine Africano de Còrdoba, Spagna
Casa Àfrica, Spagna; Festival del Cinema Africano, dell'Asia e dell'America Latina, Milano, Italia; Festival del Cinema Africano, Verona, Italia; AfricaFilms.tv; M-Net African Film Library; Out in Africa Film Festival, Città del Capo, Sud Africa; Encounters Documentary Film Festival, Città del Capo e Johannesburg, Sud Africa; GALA - Gay and Lesbian Memory in Action, Sud Africa; Assaman, Italia/Senegal/Burkina; Africa e Mediterraneo, Italia; Cinema Africa-Africa e diaspore nel cinema, Italia; Fondazioni 4 Africa, Italia; ACRA, Milano, Italia; Fondazione Piero e Lucille Corti Onlus, Milano, Italia; Good Samaritan, Caronno Varesino, Italia; AMREF, Italia; COOPI, Milano, Italia; CISV, Torino, Italia; Cesvi, Bergamo, Italia; AVSI, Italia; CeSPI, Roma, Italia; Stretta di Mano, Curtatone, Italia; COSPE, Italia; A-POIS - Art Projects to Overcome Impossible SItes, Lavagna, Italia; Tropenmuseum, Amsterdam, Olanda; African Architecture Matters, Utrecht, Olanda; Revue Noire, Parigi, Francia; Medici con l'Africa Cuamm, Italia; Africultures; SudPlanète/SouthPlanet;
Vétérinaires Sans Frontières Europa; Fratelli dell'uomo, Padova, Italia; Museo Nazionale di Zanzibar, Zanzibar, Tanzania; Short Story Day Africa; Museo Phuthidikabo, Mochudi, Botswana; Mus'art Gallery, KUMBO, Cameroon; Curate Africa, Sud Africa; Postal Museum, Matengatenga, Malawi; Museo Hyrax Hill, Lanet Nakuru, Kenya; Museo La Blackitude, Yaoundé, Camerun; Museo Nazionale dell'Uganda, Kampala, Uganda; Galleria nazionale dello Zimbabwe, Harare, Zimbabwe; First Floor Gallery, Harare, Zimbabwe; Museo Nazionale del Gambia, Banjul, Gambia; Abasuba Community Peace museum, Suba, Kenya; Brooklyn Museum, New York, Stati Uniti; Smithsonian Institute, Washington, Stati Uniti; l'ultima frontier@ - africa e innovazione, Italia; The Archival Platform, South Africa; Bartolomeu Dias Museum, Mossel Bay, Sud Africa; Beaufort-West Museum, Cape Karoo,  Sud Africa; Cango Caves Museum, Oudtshoorn, Eden, Sud Africa; Cape Medical Museum, Green Point, Città del Capo, Sud Africa; CP Nel Museum, Oudtshoorn, Eden, Sud Africa; Drostdy Museum, Swellendam, Overberg, Sud Africa; Fransie Pienaar Museum, Prince Albert, Central Karoo, Sud Africa; Genadendal Mission Museum, Genadendal, Theewaterskloof, Sud Africa; George Museum, George, Eden, Sud Africa; Groot-Brakrivier Museum, Groot-Brakrivier, Mossel Bay, Sud Africa; Hout Bay Museum, Hout Bay, Città del Capo, Sud Africa; Huguenot Memorial Museum, Franschhoek, Stellenbosch, Sud Africa; Jan Dankaert Museum, Porterville, Bergrivier, Sud Africa; Koopmans De Wet House Museum, Città del Capo, Sud Africa; Montagu Museum, Montagu, Breede River Winelands, Sud Africa; Old Harbour Museum, Hermanus, Overstrand, Sud Africa; Paarl Museum, Paarl, Drakenstein, Sud Africa; Robertson Museum, Robertson, Breede River Winelands, Sud Africa; SA Fisheries Museum, Città del Capo, Sud Africa; SA Missionary Meeting House Museum, Città del Capo, Sud Africa; Shipwreck Museum, Bredasdorp, Capo Agulhas, Sud Africa; Simon's Town Museum, Simon's Town, Città del Capo, Sud Africa; Stellenbosch Museum, Sud Africa; Transport Riders Museum, Ceres, Witzenberg, Sud Africa; Wellington Museum, Wellington, Drakenstein, Moorreesburg, Swartland, Sud Africa; Wheat Industry Museum, Moorreesburg, Swartland, Sud Africa; Worcester Museum, Worcester, Breede Valley, Sud Africa; The National Archives, Regno Unito.
 
Siti Internet di WikiAfrica
WikiAfrica su Wikipedia
WikiAfrica.org

Direttore scientifico
Iolanda Pensa, critica d'arte e ricercatrice

Project manager
Cristina Perillo

In partenariato con
Africa Centre, Città del Capo, Sudafrica



Budget
€ 455.066,86
Budget totale 2007-2010 di WikiAfrica
galleriagalleria
http://www.moleskine.it/index_ita.phphttp://detour.moleskine.com/
Fondazione lettera27 Onlus Via Valtellina, 65 - 20159 Milano Italy - Tel +39 02-36 70 98 00

Licenza Creative Commons
The website by lettera27 is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License, unless differently stated.